Napoleone e la plebe  

Posted by: Antonio Grillo in , , , ,


Pur abituato alle guerre e al sangue  Napoleone non sopportava affatto la cieca violenza della plebe.

Due furono le occasioni in cui potette assistere da vicino a delle insurrezioni popolari, entrambe le volte rimase disgustato dalla furia assassina e violenta delle masse popolari.

Per Napoleone gli insorti non erano che vili briganti, solo all'apparenza forti e invincibili, che un ufficiale forte e determinato avrebbe potuto disperdere con pochi colpi di cannone.

Bonaparte non cambiò mai la sua idea, infatti nel 1814 quando poteva invocare un'insurrezione popolare che poteva evitargli la capitolazione preferì a questa soluzione l'esilio.

10 agosto 1792

This entry was posted on mercoledì, marzo 16, 2016 and is filed under , , , , . You can leave a response and follow any responses to this entry through the Iscriviti a: Commenti sul post (Atom) .

0 commenti

Posta un commento