sabato, settembre 25, 2010

Napoleone e la cucina : il pollo alla Marengo

La battaglia di Marengo
Il Pollo alla Marengo una ricetta napoleonica


Accanto alla "Grande Storia" esiste quella che viene definita la "Piccola Storia", composta da fatti minori, di episodi di vita quotidiana.

Uno di questi legati alla vita dell'Imperatore è certamente l'origine di una ricetta ancora oggi molto in voga: il pollo alla Marengo.

Related: A tavola con 'Imperatore, libro di cucina con ricette care a Napoleone

Siamo nel 1800, precisamente il 14 giugno la battaglia di Marengo dall'esito incerto vinta, infine da Napoleone si è appena conclusa.

L'Imperatore come era suo solito quando era impegnato non badava al pranzo, per cui i suoi cuochi dovevano essere sempre pronti, a qualsiasi ora a preparare il cibo.

Related: leggi l'articolo dedicato all'instancabile attività lavorativa di Napoleone

Napoleone e desaix a marengo
Napoleone e Desaix a Marengo

Napoleone non era certamente un palato fino, dedicava infatti al pranzo lo stretto necessario, ingurgitava il cibo velocemente senza stare troppo a preoccuparsi sia della forma che della sostanza.

A Marengo, però Bonaparte voleva festeggiare e ordina al suo chef lo svizzero Dunand qualcosa di
speciale.

Ma il cibo scarseggiava e Dunand dovette inventarsi una ricetta col poco che i suoi mozzi di cucina erano riusciti a racimolare.

Il bottino fu il seguente una gallina, dei gamberi di fiume,qualche pomodoro, delle uova in più a disposizione aveva la razione di pane raffermo e un pò di cognac.

Con questi pochi ingredienti Dunand tirò fuori una ricetta che è passata alla storia come pollo alla Marengo.

Per chi volesse cimentarsi nell'impresa ecco la ricetta.


Il procedimento è il seguente:

Ingredienti:

1 pollo da circa 1 kg
4/5 cucchiai di olio extravergine d'oliva
500 g di pomodori
300 g di funghi
2 spicchi d'aglio
1 ciuffo di basilico
8 gamberi
4 fette di pancarré
4 uova
Prezzemolo
Sale e pepe
Vino Bianco o Cognac

  • Tagliare il pollo  a pezzi
  • farlo rosolare nell'olio e aglio per circa 20 minuti
  • togliere il pollo, scolare un pò d'olio, e aggiungere i pomodori senza la pelle, e il cognac (o vino bianco)
  • cuocete per circa cinque minuti  e poi riaggiungete il pollo
  • a parte friggete i crostoni di pane e i gamberetti
  • aggiungete i gamberetti e il pane, su cui avrete poggiato le uova fritte al pollo e servite.
Pollo alla Marengo


La storia o la leggenda racconta che Dunand successivamente tentò di sostituire i gamberi con i funghi, ma l'Imperatore volle rimanere fedele all'originale ricetta considerandola una sorta di portafortuna.
Posta un commento